PSICOTERAPIA

La Terapia Cognitivo Comportamentale

Negli anni '60 lo psichiatra psicoanalista Aaron T. Beck ideò e sviluppò una nuova forma di psicoterapia, definita inizialmente "Terapia cognitiva" e successivamente "Terapia Cognitivo Comportamentale".

La caratteristica principale della Terapia Cognitivo Comportamentale è quella di essere una terapia strutturata, orientata al presente, incentrata sulla risoluzione dei problemi attuali e sulla modificazione dei pensieri e dei comportamenti disfunzionali (Beck, 1964).

I 10 principi della Terapia Cognitivo Comportamentale

  1. Si base su una formulazione sempre in evoluzione dei problemi della persona e su una concettualizzazione di questi in termini cognitivi

  2. Richiede una solida alleanza terapeutica

  3. Enfatizza la collaborazione e la partecipazione attiva

  4. È orientata all’obiettivo e focalizzata sul problema

  5. Inizialmente si concentra sul presente

  6. Insegna al paziente ad essere il terapeuta di se stesso e a prevenire le ricadute

  7. Mira ad essere limitata nel tempo

  8. Le sedute sono strutturate

  9. Insegna a identificare, valutare e rispondere ai pensieri e alle credenze disfunzionali

  10. Utilizza tecniche differenti per modificare i pensieri, le emozioni negative e i comportamenti disadattivi (strategie cognitive, problem solving, role playing, tecniche immaginative, EMDR, MBSR, ecc.) (Beck, 2013).

Il modello cognitivo

Secondo il modello cognitivo non è mai la situazione in sè a determinare come ci si sente o come ci si comporta, ma è sempre l'interpretazione di quella situazione, quindi il pensiero, a influenzare le proprie emozioni e i propri comportamenti.

Aaron T. Beck individuò nei pensieri e nelle credenze disfunzionali la causa principale di molti disturbi psicologici e psichiatrici. Imparare a valutare i propri pensieri in modo più realistico, funzionale e adattivo, comporta un miglioramento delle emozioni e dei comportamenti.

Sono molte le ricerche sulla Terapia Cognitivo Comportamentale che ne hanno dimostrato l'efficacia nel trattamento di numerosi disturbi e problemi psicologici. Di seguito ne sono riportati alcuni.

  • Disturbo depressivo maggiore

  • Disturbo d'ansia generalizzato

  • Disturbo di panico

  • Fobia sociale

  • Agorafobia

  • Disturbo ossessivo compulsivo

  • Ipocondria

  • Disturbi dell'alimentazione

  • Disturbi di personalità

  • Disturbi correlati a eventi traumatici e stressanti

  • Disturbi del sonno

  • Disfunzioni sessuali

  • Problemi familiari

  • Problemi di coppia

  • Lutto patologico

  • Gioco d'azzardo patologico

  • Stress

  • Ostilità e rabbia

  • Disturbi somatoformi

  • Sindrome del colon irritabile

  • Dolori reumatici

Beck, A.T. (1964). Thinking and depression: II. Theory and Therapy. Archives of General Psychiatry, 10, 561-571.

 

Beck, A.T. (1992). La depressione. Torino: Bollati Boringhieri.

 

Beck, J.S. (2013). La Terapia Cognitivo Comportamentale. Roma: Casa Editrice Astrolabio - Ubaldi Editore.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now